L’arredo cucina è fondamentale per ottimizzare gli spazi del vano più utilizzato della casa, ma come sceglierlo?
Ecco 3 idee originali…

1 – Rendere centrale il piano di lavoro

Tra le moderne tendenze nelle idee arredo cucina una delle più interessanti è quella di distaccare dal muro la zona di lavoro.
In passato il lavandino era infatti rigidamente addossato alla parete proprio come il piano cottura.
Ormai, da qualche anno, è possibile invece scegliere soluzioni alternative. Piccole modifiche impiantistiche consentono di avere il lavello e i fornelli in una collocazione più centrale.
Oltre ai vantaggi estetici, questo layout permette di avere una maggiore illuminazione sui piani di preparazione. Inoltre, poter cucinare guardando verso il resto della stanza, offre, a chi è all'”opera”, una maggiore interazione con l’ambiente.
Non è un caso che questa idea di arredo cucina è scelta da chi, ad esempio, dispone di un canale su cui postare video relativi alla preparazione di piatti e dolci. Inoltre, da un punto di vista funzionale, chi ama cucinare lanciando anche un occhio al televisore potrà farlo in maniera più semplice avendo cura di installarlo sulla parete opposta.

2 – Cucine a scomparsa e consolle come idee arredo cucina piccola

Quando gli spazi sono ristretti è necessario progettare tutto nei minimi dettagli per far sì che le idee arredo cucina piccola riescano a contenere tutto il necessario.
Se questo ambiente è affiancato da una sala da pranzo sarà utile inserire nell’arredo cucina solo ciò che è indispensabile alla preparazione dei pasti. Il tavolo può essere sostituito da una mensola a parete da utilizzare all’occorrenza come piano da lavoro e su cui consumare, al massimo, la colazione.
Qualora la cucina deve essere anche un ambiente che funge da soggiorno, una valida alternativa può essere la cucina a scomparsa.
Ante di diverso genere potranno richiudere il lavello e il piano cottura trasformando l’ambiente in un salotto.
E ancora, per ottimizzare gli spazi, al posto di un tavolo tradizionale si può preferire una consolle allungabile. I modelli disponibili sono vari e la loro dimensione chiusa può essere anche quadruplicata al momento dell’apertura offrendo così la massima flessibilità di utilizzo.

3 – Utilizzare i complementi d’arredo cucina come oggetti di design

La cucina è ormai considerata un luogo in cui la creatività e l’arte possono esprimersi. La presentazione di alcuni piatti è infatti una vera e propria opera d’ingegno. Per chi ama dedicarsi alla preparazione di pietanze elaborate non possono mancare numerosi strumenti da lavoro.
Nella loro scelta si possono preferire quelle attrezzature che, oltre a soddisfare le esigenze funzionali, sono anche veri e propri oggetti di design che contribuiscono a dare personalità all’ambiente.
Dal porta bottiglie dei vini utili ad aromatizzare e arricchire ogni portata alle scaffalature su cui alloggiare elettrodomestici come il frullatore o l’impastatrice, ogni elemento può impreziosire l’intero arredo cucina.
Sarà importante coordinare i complementi d’arredo cucina con il resto del mobilio. Vanno quindi scelti con cura colori e materiali.
Naturalmente anche la dimensione e la collocazione dei complementi sono importanti perché contribuiscono ad ottimizzare gli spazi e ad aumentare la funzionalità della cucina stessa.

Come scegliere l’idea giusta per la propria cucina

Nell’arredo cucina le alternative sono tante e diametralmente opposte tra loro. L’idea della cucina a scomparsa soddisfa infatti esigenze totalmente diverse rispetto ad una cucina con piano di lavoro centrale. Naturalmente non esiste una scelta migliore in assoluto, ma esiste quella più adatta ad essere inserita negli spazi disponibili e più in linea con il proprio modo di vivere la cucina.