Il bagno della propria casa non è più solo la stanza di servizio, ma un ambiente nel quale cercare il proprio relax ed una sensazione di benessere. Chi rinnova il bagno secondo uno stile moderno può pertanto scegliere di utilizzare un rivestimento in piastrelle colorate, capace sia di creare geometrie attraenti che di trasmettere una sensazione di brio e vivacità.

L’utilizzo di piastrelle bagno colorate si è molto diffuso in questi ultimi anni, sia per chi ha un bagno con doccia che con vasca.
Oltre alla necessità di dare maggiore colore questo è dovuto alla sempre maggiore disponibilità di tipologie di piastrelle colorate bagno ed alla varietà di colori messi a disposizione dai produttori, che hanno intercettato questa voglia di cambiamento, specialmente da parte delle coppie più giovani.

Scegliere piastrelle colorate per bagno non è comunque una cosa riservata alle nuove generazioni e permette di avere un bagno maggiormente all’avanguardia rispetto a quelli completamente di colore bianco od avorio che erano la scelta più frequente nei decenni precedenti.

Normalmente la scelta di piastrelle colorate per il bagno si indirizza sul rivestimento delle pareti; nel caso di un bagno con doccia sono molto frequenti le soluzioni che prevedono una doccia rettangolare con due pareti in mattoni con rivestimento in piastrelle colorate e due in cristallo.

La soluzione con le piastrelle colorate si può utilizzare anche per bagni con la vasca e in accordo a vari stili, da quello minimale a quello country, passando per lo stile rustico e quello moderno. La scelta tra le piastrelle colorate per bagno è molto ampia, sia come colori che come decori e materiali. In molti casi sono disponibili delle soluzioni definite “random” con piastrelle colorate dello stesso stile ma con disegni e colori diversi, seppure con un fondo comune, che poi vengono sistemate appunto in modo casuale, dando ad ogni bagno un aspetto differente.

Quando si utilizzano piastrelle colorate per bagno si deva fare molta attenzione anche agli abbinamenti, sia per quanto riguarda il pavimento e gli altri rivestimenti, che per gli accessori. Una scelta sbagliata di colori potrebbe infatti potare ad una minore valorizzazione delle piastrelle colorate.
In genere per i pavimenti la scelta ricade su un colore neutro, che può variare dal grigio chiaro al beige, all’avorio, mentre per quanto riguarda gli accessori si possono scegliere anche dei colori più decisi come ad esempio il living coral, molto in evidenza in questi ultimi anni.

Quando si utilizzano piastrelle colorate per il bagno si deve anche fare attenzione all’altezza del rivestimento, che non deve mai essere fino al soffitto. Nella zona doccia solitamente si estende fino all’altezza delle pareti che la contengono, mentre in un bagno con vasca l’altezza maggiormente utilizzata è di 120 centimetri.

Le piastrelle colorate sono disponibili in molte dimensioni, ma il design migliore è quello con dimensioni di 20 x 20 centimetri. Per quanto riguarda i materiali e le tipologie, la maggior parte delle piastrelle sono in ceramica, con vari spessori, e si dividono tra quelle a “pasta bianca” o a “pasta rossa”. Questo dipende dalle materie prime che si utilizzano durante la realizzazione con le seconde che hanno varie sfumature che partendo dal giallo arrivano sino al rosso che ha una maggiore presenza di ossidi di ferro.

Un’altra caratteristica che differenzia tra di loro le piastrelle colorate da bagno è quella della smaltatura, che può essere o meno presente e che differenzia tra di loro le piastrelle per quanto riguarda la brillantezza e il colore e anche per la loro impermeabilità e durata nel tempo.

Qualunque sia la scelta per le piastrelle colorate da bagno, il loro uso è certamente un modo per dare un tocco personale al vostro bagno, che avrà così delle caratteristiche uniche e perfettamente riconoscibili. Un bagno con piastrelle colorate conferisce alla propria abitazione un tocco speciale di design che resta nel tempo.