Spesso si tende a credere che la vasca da bagno sia un accessorio non adatto a tutte le tasche, ma la realtà non è questa

Un bagno domestico ampio e in grado di ospitare al suo interno il più alto comfort possibile è il sogno di chiunque.

Poter disporre di un’area di grandi dimensioni, in cui lavarsi, curare la propria igiene personale e trascorrere un’ora di relax immersi nella vasca da bagno è sinonimo di grande comodità. Tuttavia, non sempre si ha la possibilità di vantare una grande quantità di spazio da arredare nel bagno.

Trattandosi di una stanza di servizio, i progettisti tendono a disegnare l’area bagno in maniera tale da poter ospitarvi all’interno il minimo indispensabile dal punto di vista del mobilio e degli arredi. Lo stesso vale per la vasca da bagno, la quale non è sempre presente all’interno della stanza in questione.

A tal proposito, però, bisogna anche specificare che non sempre la vasca da bagno è assente per motivi inerenti alla mancanza di spazio. Molto spesso l’assenza della vasca è legata a fattori economici, poiché è opinione diffusa che per acquistare e possedere una vasca sia necessario spendere non poco denaro. Opinione errata, in quanto al giorno d’oggi è possibile procedere con l’acquisto di vasche anche senza dover sborsare una cifra eccessivamente elevata.

Andiamo quindi alla scoperta di alcune idee relative all’acquisto e all’installazione di vasche da bagno per tutte le tasche.

Idee per la vasca da bagno: vasche a centro stanza e freestanding

Partiamo dalle vasche da bagno da collocare a centro stanza. Caratterizzate da una forma fortemente minimalista, del tutto priva di fronzoli e di dettagli che possano far aumentare notevolmente il prezzo (per via di un design studiato e particolareggiato), le vasche da centro stanza si distinguono per la praticità e per un costo relativamente contenuto. Generalmente le vasche di questo tipo sono dotate di piedi regolabili, con la possibilità di alzare pannelli in grado di coprire interamente o parzialmente l’area in cui si procederà con il bagno.

Del tutto simile alla vasca da centro stanza è la cosiddetta vasca freestanding. Quest’ultima condivide con il modello precedente la possibilità di essere collocata non necessariamente nei pressi delle pareti o degli angoli della stanza. Inoltre, un grande vantaggio delle vasche freestanding è quello di consentire, in linea generale, una collocazione molto più libera rispetto a quella di un qualsiasi altro modello in commercio.

Le vasche a incasso e le vasche angolari

Un’altra soluzione valida e apprezzata, anch’essa non necessitante di una spesa troppo onerosa, è la vasca da bagno a incasso. Realizzabile a prezzi tutt’altro che inaccessibili, la vasca da bagno a incasso consente agli inquilini di risparmiare una grande quantità di spazio all’interno del bagno stesso. Il modello di vasca in questione, infatti, consente di realizzare attorno ad esso spazi di appoggio calpestabili, aumentando di conseguenza la mobilità e la fruizione degli spazi interni del bagno.

Oltre ai modelli citati, una tipologia di vasca da bagno oramai sempre più accessibile è la classica vasca angolare. Caratterizzata da una forma necessariamente rettangolare, con il parallelepipedo destinato ad incastrarsi alla perfezione con l’angolo prodotto dall’incontro delle due pareti, la vasca angolare consente ugualmente di risparmiare spazio e denaro. Essendo realizzata in materiale acrilico sanitario, e non dovendo ospitare una protezione ricavata dall’incasso nella muratura, il costo di una vasca simile risulta più che abbordabile.

Come abbiamo visto, le alternative di vasche da bagno presenti sul mercato dell’arredamento sono tante e varie. Non resta dunque che mettersi alla ricerca della vasca da bagno ideale per le proprie esigenze, per il proprio budget e per lo spazio che si ha a disposizione all’interno della propria abitazione.